news

Busso

1

Il V6 Alfa nasce dalla necessità di adottare un motore di cilindrata e potenza maggiore per l’ammiraglia sostituta della 2600, dal nome in codice “progetto 119” in seguito denominata Alfa 6 ed anche a causa della continua crescita dimensionale delle vetture, perciò a tale scopo era necessario il passaggio ad un motore con architettura a 6 cilindri.


Tuttavia l’esperienza maturata dalla casa durante gli anni cinquanta con il motore in linea a sei cilindri, che causava dei problemi torsionali dell’albero a gomito che limitavano il potenziale prestazionale del motore, suggerì di studiare un’unità con i cilindri disposti a V tra l’altro più compatto e facilmente installabile in un vano motore senza dover ricorrere a lunghi sbalzi anteriori della vettura che, a parità di lunghezza del veicolo, si sarebbero tradotti in riduzione dell’abitabilità longitudinale della vettura.

Il progetto del motore ebbe un breve periodo di stop nel 1974 a causa della crisi petrolifera – energetica, dopo la crisi il progetto fu rilanciato anche dall’esigenza di produrre berline nella fascia tra i 2 e i 3 litri di cilindrata; da qui nacque l’Alfa 6 nel 1978.

Questo propulsore è universalmente ritenuto (sia dagli addetti ai lavori, da piloti e testers, dalle testate giornalistiche del settore, che dagli appassionati) come uno dei migliori motori di sempre e nello specifico è stato spesso ritenuto come il miglior V6 al mondo. Numerosi sono i parametri: erogazione, prestazioni, elasticità, efficienza, affidabilità, ma per molti anche il sound. Per citare un esempio, nell’agosto 2011, EVO magazine ha scritto che l’originale Alfa Romeo V6 è stato il motore 6 cilindri “stradale” con il suono più lodevole mai realizzato. Si ricordano i riconoscimenti ufficializzati come miglior motore della propria categoria rispettivamente in ordine cronologico al: 3.0 V6, al 2.0 V6 Turbo, al 3.0 V6 24v e per ultimo al 2.5 V6 24v nell’anno 2000.

Il V6 Busso oltre ad equipaggiare le versioni di punta di vari modelli Alfa Romeo, è stato “incastonato” anche su modelli al vertice di altre case automobilistiche, per citarne alcuni: Lancia Thema, Lancia K, Lancia Thesis, Fiat Croma, il fuoristrada Raiton Fissore e persino su sportive come l’Ultima GTR,[1] , la Hawk HF Series[2] la DAX.[3] e la Gillet Vertigo sports car.[4]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *